LA FILOSOFIA DELLE STELLE

Giovedì 29 maggio
ore 17.00

con Cristina Cary e Fortunato D’Amico

fasi_lunari_1

Le stelle sono un linguaggio che unifica tutta la cultura da tempi immemorabili, segnano il Cielo e gli uomini tirano i loro fili filosofici sulla terra, incidono pietre, architetture, nomi come “numi tutelari” di quel determinato luogo. Fonti inesauribili di perfezione cosmica planetaria e di eventi eccezionali come le comete ricolme di ferro prezioso per la Terra, mutano fra l’eterno e il divenire, il perfetto e l’imperfetto, indicandoci un cammino di allineamento dove risiede l’originale bene.
Il Cielo scende anche sulle fronde degli alberi e sull’erba, anche il Cielo deve essere “rigenerato” come il territorio con il suo paesaggio umano storico e culturale, studiato nei suoi modelli di antropizzazioni là dove si nasconde l’energia di una stella o pianeta e Sole.
Le stelle generano nuove piante con l’alternanza del cambio, esse favoriscono e influenzano dalla radice al seme, allo sviluppo verticale, alla forma spiraliforme delle foglie al loro nascere, alla fluorescenza circolare, le piante sono immagine Cosmica di cui il ritmo è l’elemento pulsante misterioso. La Luna signora del Destino e Giardiniera del Cielo, regna sul divenire del mondo sulle acque da cui scaturisce la vita e successivamente la regina della Vegetazione. Ancora oggi i contadini seminano con la Luna nuova per garantire alle sementi una crescita armonica con la crescita lunare.

Temi della conferenza:
Filosofia delle stelle e Territorio
Auriga e il mito del Cavallo alato di Platone
Piccola Astronomia portatile
Le Stelle generano nuove piante

Cristina Cary nasce come artista multimediale, utilizza diversi strumenti linguistici per incidere il suo segno artistico, dall’object trouvè insieme a Pierre Restany, Alberto Veca, Eleonora Fiorani, Erwin Laszlo e la scienza della complessità.Dal 2009 fa parte del progetto culturale Polaris, promosso dal Comune di Cossano Canavese e dagli altri Comuni partners, ideato per stimolare il rilancio di questo territorio e favorire opportunità di sviluppo sociale ed economico sostenibile.
Un processo che parte dalle risorse esistenti e in particolare dalla natura e dall’agricoltura che qui, più che in altri luoghi, sono impreziosite da importanti testimonianze storico-culturali e archeo-astronomiche. Le stelle e l’archeoastronomia diventano la password per accedere al sistema di conoscenze storiche e di sviluppi futuri delle aree intorno all’Anfiteatro.

Per partecipare: info@superortopiu.it


 

Questa voce è stata pubblicata in PROSSIMI EVENTI. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...